Germania, manifestazioni nella capitale contro le nuove restrizioni

·1 minuto per la lettura
proteste a Berlino contro le norme anti-Covid
proteste a Berlino contro le norme anti-Covid

Cresce la rabbia nella capitale tedesca: a Berlino, le proteste contro le norme anti-Covid sfociano in momenti di scontro, alta tensione e arresti; migliaia di persone senza marcherina.

Proteste contro norme anti-Covid a Berlino

La protesta era stata stabilita da alcuni movimenti (inclusi negazionisti) fortemente contrari alle norme imposte dal governo per limitare la diffusione del Coronavirus. Duemila manifestanti, come indica la polizia, hanno marciato in strada nel pomeriggio di domenica 25 ottobre, la maggior parte non curante delle norme anti-Covid, tra cui il corretto utilzzo della mascherina e il distanziamento fisico, nonostante l’aumento dei contagi.

La manifestazione ha proseguito senza che la polizia intervenisse, nonostante le violazioni.

La protesta va fuori controllo

La manifestazione è andata fuori controllo quando alcuni manifestanti hanno deciso di staccarsi dal corteo principale invadendo le strade limitrofe a Alexanderplatz, dove il passaggio non era stato autorizzato: la polizia non è riuscita a fermarli.

« Stop alla dittatura della sanità », « noi siamo il popolo » e « resistenza, resistenza » sono gli slogan che i manifestati hanno intonato durante la manifestazione, la quale si è conclusa con la dispersione dei manifestanti e con diversi arresti.

<script>

Attacco incendiario contro il Robert Koch Institut

La tensione era già alta nella capitale tedesca dopo che l’istituto scientifico di riferimento del governo nella gestione dell’emergenza pandemica è stato preso d’assalto “da ignoti” con delle bottiglie incendiarie nella notte tra sabato e domenica: le fiamme, penetrate anche all’interno dell’edifcio, sono state spente da una guardia di sicurezza.