Germania, ministro Esteri uscente Gabriel se la prende con Schulz

red

Berlino, 8 feb. (askanews) - Il ministro degli Esteri uscente Sigmar Gabriel, ha attaccato il successore in pectore alla guida della diplomazia tedesca, Martin Schulz, accusandolo di non aver rispettato il suo impegno a non entrare in un governo guidato da Angela Merkel. "Resta il dispiacere di vedere fino a che punto, da noi (nel partito socialdemocratico, ndr) ci si muova con poco rispetto gli uni verso gli altri e di constatare che la parola data conta così poco", ha affermato Gabriel dalle colonne del gruppo di giornali regionali Funke, in edicola domani.

Ieri, al termine dei colloqui per arrivare a un accordo di governo di Grande Coalizione tra Unione Cdu/Csu e Spd, è arrivata anche la lista delle attribuzioni dei ministeri ai tre partiti: Martin Schulz, che all'indomani delle elezioni di settembre aveva escluso categoricamente di entrare a far parte di un esecutivo a guida Merkel, ha fatto inversione a U, auspicando di occupare la poltrona degli Esteri.

In modo ancora più esplicito e personale, Gabriel scrive: "Ho svolto con piacere le funzioni di ministro degli Affari esteri e agli occhi della popolazione ho evidentemente svolto bene le mie funzioni". "Mi dipiace che questa stima pubblica abbia lasciato la nuova direzione della Spd completamente indifferente", sostiene Gabriel, che ha anche annullato, in segno di chiara protesta, la sua partecipazione alla Conferenza sulla Sicurezza di Monaco. (fonte afp)

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità