Germania, partito Merkel a Spd: accordo coalizione non rinegoziabile

Coa

Roma, 2 dic. (askanews) - Il partito conservatore di Angela Merkel in Germania ha confermato oggi che l'accordo di governo con i socialdemocratici non è rinegoziabile ed ha chiesto ai nuovi leader del Spd di decidere se restare nela coalizione. Il futuro dell'intesa, al potere da marzo 2018, è stato messo in dubbio questo fine settimana dall'arrivo alla guida dell'Spd di Norbert Walter-Borjans e Saskia Esken, ostili alla "Grande coalizione". Dopo aver ottenuto oltre il 53% dei voti dei suoi iscritti, i due nuovi leader - che guidano l'ala sinistra del partito - hanno dichiarato di volere rinegoziare l'accordo di coalizione per porre maggiormente l'accento sulla giustizia sociale.

Ma Annegret Kramp-Karrenbauer, presidente della Cdu (Unione dei Democratici Cristiani) e potenziale successore della cancelleria Merkel, ha precisato che l'elezione interna all'Spd non può essere una ragione sufficiente per modificare l'accordo di governo. "La nuova leadership dell'Spd deve decidere se vuole o meno rimanere in questa coalizione", ha detto al canale televisivo pubblico Zdf, secondo quanto riportano le agenzie Reuters e Afp. (Segue)