Germania, prima trasmissione fu senza sintomi

REUTERS/Wolfgang Rattay

Il primo focolaio europeo di coronavirus avrebbe avuto luogo in Germania, a Monaco di Baviera, e l'epidemia sarebbe iniziata da un paziente asintomatico. Lo rivela uno studio pubblicato da un team di medici tedeschi sul New England Journal of Medicine.

CORONAVIRUS: L’AGGIORNAMENTO IN TEMPO REALE

Il paziente zero sarebbe un'imprenditrice di Shanghai che aveva visitato la Germania fra il 19 e il 22 gennaio, senza mostrare alcun sintomo della malattia. I primi sintomi si erano manifestati sul volo di ritorno, il 26 gennaio, e il giorno successivo era stata trovata positiva al virus.

GUARDA ANCHE: Come si disinfettano gli aerei

Durante un meeting aziendale avvenuto a Monaco di Baviera tra il 20 e il 21 gennaio, la donna avrebbe incontrato, contagiandolo, un imprenditore tedesco 33enne: il 24 gennaio il paziente 1 avrebbe poi sviluppato febbre alta e tosse, ristabilendosi poi completamente e tornando al lavoro il 27 gennaio.

GUARDA ANCHE: Conte: "Primo obiettivo contenere il contagio"

Gli scienziati fanno notare che la sua infezione è stata trasmessa durante il periodo d'incubazione, "quando i sintomi erano lievi e non specifici".

Il 28 gennaio altri tre lavoratori tedeschi della stessa ditta hanno accusato i sintomi influenzali e sono risultati positivi al coronavirus. Due di questi erano entrati in contatto con la donna cinese, mentre l'altro ha avuto un contatto diretto con il manager tedesco.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: perché in Cina si sono ridotti i contagi?