Germania, persistenti violazioni norme inquinamento aria - Corte giustizia Ue

·1 minuto per la lettura
Fumo proveniente da una marmitta di un auto a Berlino

di Kate Abnett

BRUXELLES (Reuters) - La Germania ha violato in maniera persistente i limiti europei sull'inquinamento dell'aria, secondo una sentenza della Corte di giustizia Ue che potrebbe portare a sanzioni finanziarie per il paese, se la situazione non migliorerà in alcun grandi città.

La Corte ha affermato che dal 2010 al 2016, la Germania ha violato i limiti annuali Ue sull'inquinamento da diossido di azoto (No2) in 26 zone, tra cui le città di Berlino, Stoccarda, Monaco di Baviera, Colonia e Dusseldorf. Stoccarda e la regione metropolitana Reno-Meno hanno anche violato i limiti orari per le emissioni di No2 durante il periodo osservato, secondo la Corte.

Nel 2020, sei città della Germania hanno infranto il limite della media annua di 40 microgrammi di No2 per metro cubico d'aria, in calo rispetto alle 90 città rilevate nel 2016, secondo i dati del governo tedesco.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in Redazione a Roma Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli