Germania: raccoglie 4 mld con titoli biennali e paga appena lo 0,1%

(ASCA) - Roma, 20 giu - Nonostante le prese di beneficio sui titoli di stati tedeschi a piu' lunga scadenza dopo un lunghissimo rally, la Germania rimane comunque un porto sicuro dove ormeggiare i risparmi. Nell'odierna asta di titoli di stato biennali (Schatz), Berlino ha raccolto 4 miliardi di euro corrispondendo agli investitori un rendimento dello 0,10%, in rialzo rispetto allo 0,07% della precedente asta. Molto buona la domanda pari a 7,5 miliardi di euro. La Germania continua dunque a finanziarsi a costi decisamente inferiori a quelli pagati dagli altri partner dell'Eurozona. La Francia, paese peraltro estraneo al contagio della crisi del debito sovrano, per finanziarzia a deu anni paga lo 0,56%, cioe' 5,6 volte in piu' di Berlino. Molto peggio per i paesi che soffrono il contagio della crisi del debito sovrano. La Spagna per collocare titoli biennali paga interessi del 5,16%, cioe' 51,6 volte in piu' della Germania. L'Italia sui due anni paga interessi del 4,12%, cioe' 41,2 volte in piu' di Berlino.

Ricerca

Le notizie del giorno