Germania, strage fra i bar della comunità turca: 11 morti

La città di Hanau, in Germania, è sconvolta in seguito a una strage fra i locali della comunità turca. Mercoledì sera, infatti, intorno alle 22, un estremista di destra tedesco ha aperto il fuoco prendendo di mira i bar per gli amanti del narghilé.

Nove le vittime della furia omicida, con 4 feriti che sarebbero in condizioni gravissime, ma è di 11 il totale dei morti, dopo che il corpo senza vita del presunto autore della strage è stato trovato nella sua abitazione insieme a quello di un'altra persona, che potrebbe essere sua madre. Fra le vittime, secondo a Bild, ci sarebbero anche alcuni cittadini curdi.

Per la Procura federale tedesca si tratta di un “presunto atto di terrorismo” di matrice probabilmente xenofoba.

VIDEO - Il messaggio dell’attentatore di Hanau

Il killer: “Annientare alcuni popoli”

La strage, secondo gli inquirenti, sarebbe stata commessa con un movente politico da un sostenitore dell’estrema destra. Sono stati ritrovati un video e uno scritto dello stragista di Hanau.

Tobias R., questo il nome del responsabile del massacro, avrebbe scritto che “alcuni popoli”, che non si possono più espellere dalla Germania, devono essere annientati. È quello che riporta Bild on line, riferendo del movente che avrebbe spinto l'uomo a sparare all'impazzata davanti a due locali di narghilé della città dell'Assia tedesca.

VIDEO - Paura per due italiani a Hanau

In un video pubblicato su YouTube, inoltre, il killer si è rivolto agli “americani”, dicendo loro di “combattere” per fermare delle “società segrete” che controllano gli Usa. Nel vostro Paese, ha detto, “esistono delle cosiddette basi segrete militari. In alcune celebrano il diavolo in persona. Abusano, torturano e uccidono i bambini. Una quantità incredibile di queste cose accadono ormai da molti anni. Svegliatevi. Questa è la realtà di quanto accade nel vostro Paese”.

Due sparatorie a Hanau, la ricostruzione

Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, intorno alle 22 i primi colpi sono stati esplosi in un locale del centro storico della città, il 'Midnight' a Heumarkt. Qui un testimone ha detto di aver sentito fra gli otto e i nove colpi da arma da fuoco. Subito dopo, è stato preso di mira un secondo locale di narghilé nel quartiere di Kesselstadt, l"Arena bar & Cafe'', nella Karlsbader Strasse: il killer avrebbe bussato alla porta, per poi aprire il fuoco attorno a sé nell'area fumatori. In tutti e due i casi ci sono state delle vittime.

VIDEO - Germania, urla in strada dopo la prima sparatoria