Germania, tifosi dell’Hansa Rostock deridono un poliziotto morto: richiesti provvedimenti

·2 minuto per la lettura
hansa rostock insulti tifosi
hansa rostock insulti tifosi

Episodio sgradevole per il calcio e per lo sport tedesco in generale: i tifosi dell’Hansa Rostock si sono presentati allo stadio con cartelli e striscioni di sfottò per un polizziotto morto.

Germania, il caso dei tifosi dell’Hansa Rostock

Episodio sgradevole per il calcio e per lo sport tedesco in generale: i tifosi dell’Hansa Rostock – squadra che milita nella 2. Bundesliga, la seconda divisione nazionale per importanza – si sono recati allo stadio per assistere al match tra i loro beneamini e la squadra del SV Sandhausen, dell’omonima città.

Una volta giunti per assistere alla partita, hanno però dato il via ad uno spettacolo di cattivo gusto: Alcuni tifosi dell’Hansa Rostock, infatti, si sono infatti presentati sugli spalti con un cartello che recitava «Uno di meno – ACAB», dove ACAB” sta per l’acronimo dell’espressione “All the Cops are Bastards”.

Germania, il caso dei tifosi dell’Hansa Rostock: chi era il poliziotto

I tifosi dell’Hansa non sono nuovi ad entrare in contrasto con la polizia, soprattutto parlando di scontri avvenuti in occasione della partite. Molti di essi hanno già avuto diversi problemi con la legge legati allo stadio, ed è risaputo che si tratti di una tifoseria complessa.

Per questo caso particolare, si ritiene che la scritta si riferisse a un poliziotto 24enne di Amburgo, recentemente morto mentre seguiva un corso di formazione nel Meclemburgo-Pomerania Anteriore.

Germania, il caso dei tifosi dell’Hansa Rostock: la condanna politica e sportiva

Le reazioni sono arrivate immediatamente, sia dal mondo politico che da quello sportivo. Nello specifico, è stata durissima la presa di posizione del sindacato di polizia di Amburgo, con il presidente Thomas Jungfer ha infatti condannato «nei termini più forti possibili il disgustoso e disumano messaggio di odio di questi cosiddetti tifosi di calcio».

Anche il senatore agli affari interni e allo sport di Amburgo, Andy Grote (SPD), ha commentato l’episodio, definendosi allibito e vergognato dall’accaduto, aggiungendo inoltre che non c’è spazio negli stadi per «coloro che calpestano tutti i valori dello sport e dell’umanità».

Lo stesso Hansa Rostock ha condannato apertamente il festo e si è distaccata dal comportamento dei tifosi. Nel relativo comunicato si legge infatti: «L’F.C. Hansa Rostock desidera scusarsi con i parenti del defunto e con l’intero corpo di polizia per questa azione, che non è in alcun modo moralmente giustificabile».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli