Germania, timori su riapertura, revoca restrizioni Covid-19 in Inghilterra

·1 minuto per la lettura
La luna durante un'eclissi lunare accanto alla bandiera tedesca in cima al palazzo del Reichstag a Berlino

di Maria Sheahan

BERLINO (Reuters) - Le autorità tedesche sostengono che le misure contro il coronavirus dovrebbero essere mantenute finché una maggior percentuale della popolazione non sarà vaccinata.

Un funzionario ha anche definito i piani inglesi per la revoca della maggior parte delle restrizioni, nonostante la diffusione della variante Delta, "un esperimento estremamente rischioso".

Dal 19 luglio, l'Inghilterra diventerà la prima zona del Regno Unito a revocare i requisiti legali sull'uso di mascherine e sul distanziamento sociale.

Peter Altmaier, ministro dell'Economia tedesca, ha detto che le restrizioni contro il coronavirus sono ancora necessarie, per evitare un ulteriore lockdown economico.

"Saremo tutti ben informati per prendere le necessarie misure di sicurezza", ha detto Altmaier in un'intervista per il quotidiano Augsburger Allgemeine, aggiungendo di essere preoccupato sull'allentamento delle norme sul distanziamento sociale e sull'uso di mascherine.

La Germania ha riportato oggi 646 nuovi contagi da coronavirus, in rialzo dai 440 casi rilevati una settimana fa, registrando anche un aumento dei casi ogni 100.000 persone, a 6,4 da 4,9 nel corso di sette giorni.

La decisione presa in Francia, di rendere le vaccinazioni obbligatorie per ogni operatore sanitario, ha alimentato un dibattito in Germania sul possibile obbligo di vaccinazione per alcune professioni.

Alena Buyx, a capo del Consiglio etico tedesco, ha affermato che le vaccinazioni obbligatorie non sono necessarie in Germania.

"Abbiamo un tasso di vaccinazione tra gli operatori sanitari decisamente più alto rispetto alla Francia", ha detto parlando all'emittente tedesco Zdf. "Ritengo che non abbiamo bisogno di considerare ciò", ha aggiunto.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in Redazione a Roma Stefano Bernabei, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli