Germania, in Turingia alla fine eletto il candidato della Linke

Aqu

Roma, 5 mar. (askanews) - C'è voluto un mese, e alla fine il Parlamento della Turingia ha messo fine allo stallo politico rieleggendo Bodo Ramelow, candidato della sinistra della Linke, a capo del Land tedesco. Ramelow ha vinto al terzo scrutinio di fronte a un candidato dell'estrema destra di AFD (Alternativa per la Germania) e senza i voti della CDU della cancelliera Merkel.

Ha ottenuto 42 voti sui 92 del Land dell'ex Germania est, grazie al sostegno dei socialdemocratici della SPD e dei Verdi. I conservatori della CDU e i liberali della FPD si sono astenuti.

L'elezione mette uno stop - provvisorio - alla crisi politica locale che aveva preso dimensione nazionale destabilizzando la leadership di Angela Merkel, di fronte ai suoi cristiano democratici divisi fra la sinistra radicale della Linke e la tentazione di appoggiare l'estrema destra.

A contendere il posto a Ramelow nei primi due scrutini c'era infatti Bjorn Hoecke, capofila della frangia più radicale di AFD, l'"Ala", sorvegliata anche dai servizi segreti. Hoecke si è ritirato.

La storia imbarazzante in Turingia era cominciata in febbraio, quando era stato eletto a sorpresa a capo del Land il candidato del piccolo partito liberale FDP, con i voti della CDU di Merkel e di AFD. Ne era seguito un tale sisma politico che il neoeletto si era ritirato dopo 24 ore. Il terremoto aveva travolto anche la delfina di Merkel, Annegret Kramp-Karrenbauer, originaria della Turingia, costretta alle dimissioni perché a votare con l'estrema destra erano stati proprio le 'sue' truppe.