Germania: a una settimana dal voto, il terzo dibattito tv

·1 minuto per la lettura

I tre candidati in lizza per il cancellierato tedesco si sono scontrati su tasse e questioni sociali in un terzo dibattito televisivo una settimana prima delle elezioni del 26 settembre.

Il socialdemocratico Olaf Scholz, leader nei sondaggi, ha respinto gli attacchi del candidato del partito di centrodestra di Angela Merkel, Armin Laschet.

"Vogliamo dare sollievo anche a chi guadagna pochissimo", ha detto Scholz, "e siamo così rispettabili da dire che questo poi significa che qualcuno che guadagna quanto me come ministro federale, per esempio, deve poi pagare un po' di tasse in più».

Armin Laschet, candidato CDU a cancelliere, non è d'accordo sull'aumento delle tasse:

"Si pensa che aumentare le tasse aumenterà le entrate nelle casse dello stato. Abbiamo avuto l'esperienza opposta prima della pandemia: visto che l'economia è cresciuta, perché avevamo molte persone occupate, lo stato ha finito ricavare di più".

La candidata del Partito dei Verdi, Annalena Baerbock, il cui partito di opposizione è in corsa per il terzo posto, ha esortato ad investire per ridurre la povertà infantile e ha chiesto azioni più efficaci contro il cambiamento climatico.

"Sono per un vero cambiamento che non agisca più a malincuore quando si tratta di protezione del clima, una politica che metta finalmente i bambini e le famiglie al centro e una politica estera guidata dai diritti umani al centro dell'Europa".

È una corsa serrata e sono diversi i partiti che vantano un supporto significativo.

Ciò significa che il prossimo governo tedesco sarà quasi certamente il frutto di negoziati post-elettorali per dare vita a una coalizione tra almeno due oaddirittura tre partiti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli