Germania vede calo inflazione a inizio 2022 - ministero Economia

·1 minuto per la lettura
Una bandiera tedesca e una bandiera Ue davanti al Reichstag a Berlino

BERLINO (Reuters) - Il tasso dell'inflazione in Germania calerà notevolmente all'inizio dell'anno, quando gli effetti dei fattori straordinari termineranno.

Lo ha comunicato il ministero dell'Economia tedesco.

Un effetto base causato dal taglio dell'Iva dello scorso anno, parte delle misure di sostegno del governo contro il Covid-19, ha contribuito all'attuale tasso d'inflazione del 4,5% - ai massimi dal 1993. L'impatto è stato aggravato dal drastico aumento dei prezzi per materie prime e prezzi energetici.

Queste proiezioni, condivise dalle banche centrali, sono state messe in dubbio dal Ceo di Deutsche Bank Christian Sewing, secondo il quale la situazione richiede l'adozione di rapide contromisure.

I colli di bottiglia nella fornitura sono diventati sempre più diffusi, ha detto il ministero, implicando che l'attività industriale probabilmente rimarrà sottotono per il prossimo anno, nonostante il backlog degli ordini.

"Ciò si applica in particolare per l'importante settore automobilistico, alle prese con una carenza di semiconduttori", ha aggiunto il ministero.

Con la revoca delle misure contro il coronavirus, la situazione dovrebbe migliorare per i fornitori di servizi, che dovrebbero poter compensare la debolezza nel settore industriale, in base a quanto comunicato dal ministero.

"Tuttavia, complessivamente, il Pil tedesco dovrebbe incrementare solo leggermente nell'ultimo trimestre dell'anno", ha aggiunto.

Il governo tedesco ha ridotto le stime per la crescita economica nel 2021, dal 3,5% al 2,6%. Nel prossimo anno, il Pil dovrebbe crescere del 4,1%, in contrasto con le proiezioni fornite ad aprile, pari al 3,6%.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Roma Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli