Germania vede rallentamento crescita, nuovo picco inflazione - Bundesbank

Diverse persone per le strade di Colonia in Germania

FRANCOFORTE (Reuters) - L'economia tedesca probabilmente crescerà meno del previsto in questo trimestre e potrebbe subire una nuova impennata dell'inflazione a settembre a causa della scadenza dei sussidi governativi.

È quanto si legge nel rapporto mensile della Bundesbank.

Berlino sta lottando contro l'aumento delle bollette energetiche a causa del taglio delle forniture di gas da parte della Russia come ritorsione alle sanzioni per l'invasione dell'Ucraina.

"Anche questo sta deteriorando l'outlook", scrive la Bundesbank nel rapporto, aggiungendo che la crescita nel terzo trimestre potrebbe essere inferiore alla sua proiezione di giugno, che non è stata resa pubblica.

La previsione per l'intero 2022 è di un aumento del Pil dell'1,9%.

La banca centrale tedesca prevede che l'inflazione, che ha raggiunto l'8,2% a giugno, rimanga alta nei prossimi mesi e addirittura aumenti a settembre, dopo la scadenza dei sussidi governativi su carburante e biglietti ferroviari il 31 agosto.

"Il futuro sviluppo del mercato energetico è molto incerto, soprattutto per quanto riguarda le forniture di gas naturale dalla Russia", secondo la Bundesbank. "I rischi per le prospettive dei prezzi sono chiaramente orientati al rialzo".

Ieri la Bce ha alzato i tassi di interesse per la prima volta in 11 anni per combattere l'inflazione record.

(Tradotto da Romolo Tosiani, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli