Germania, vince Spd e crolla Cdu. Parte trattativa per il governo

·2 minuto per la lettura
featured 1518645
featured 1518645

Roma, 27 set. (askanews) – I Socialdemocratici del Spd e il loro candidato cancelliere Olaf Scholz, vincono con poco scarto le elezioni politiche in Germania: hanno ottenuto il 25,7% dei voti, poco avanti ai Cristianodemocratici di Angela Merkel, adesso guidati da Armin Laschet, che hanno registrato un crollo, al 24,1%, il loro peggior risultato della storia secondo il conteggio ufficiale provvisorio annunciato dalla Commissione elettorale federale. Finisce comunque un’era. E il nuovo governo parte in salita.

Terzi i Verdi che con il loro miglior risultato di sempre, il 14,8%, diventano il terzo partito della Germania e reclamano una forte spinta green e di attenzione al clima, seguono i Liberaldemocratici del FDP, con l’11,5%. Saranno proprio questi due partiti l’ago della bilancia per la formazione del nuovo esecutivo. “Sono contento di vedere così tanti qui e naturalmente sono contento del risultato elettorale per il quale la gente di questo Paese ha votato – ha detto Scholz parlando ai suoi sostenitori -. Hanno deciso che il partito socialdemocratico salirà al potere e questo è davvero un grande successo. Questo è un mandato chiaro per garantire tutto ciò di cui abbiamo discusso prima di queste elezioni e ciò che abbiamo proposto e promesso, ci impegneremo politicamente affinché il nostro programma sia messo in atto e per ottenere i nostri obiettivi”.

Dal canto suo, il candidato cancelliere della Cdu Armin Laschet, ha ammesso il risultato “deludente” e, rigraziando Angela Merkel per i suoi 16 anni che hanno reso grande la Germania, parlando al suo fianco, ha detto: “Ora è necessario che ci sia un grande sforzo da parte di tutti i democratici. Dobbiamo superare le differenze e mantenere la Germania unita”. In ogni caso, si apre una lunga fase di negoziati e colloqui esplorativi e una coalizione a tre è l’ipotesi più probabile, secondo gli esperti. Su un tema però i due leader dei principali partiti, Laschet e Scholz, entrambi convinti di dover guidare il Paese, sono concordi: la coalizione ci sarà prima di Natale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli