Gerry Scotti condurrà Scene da un matrimonio? La smentita

·1 minuto per la lettura
Gerry Scotti
Gerry Scotti

Gerry Scotti condurrà Scene da un matrimonio la domenica in prima serata su Mediaset? La voce, in circolazione nelle ultime ore, è stata presto smentita.

Gerry Scotti e Scene da un matrimonio

Gerry Scotti sarà al timone di Scene da un matrimonio? L’indiscrezione nelle ultime ore è diventata sempre più insistente, e avrebbe avuto informazioni riguardanti anche il futuro della domenica di Canale 5 (in merito a un presunto ridimensionamento di Barbara D’Urso). A quanto però Scotti non sarà davvero al timone dello show in prima serata: a smentire la notizia è stato l’ufficio stampa dello stesso conduttore, che è uno dei più amati volti tv. Secondo il rumor oltre a Gerry Scotti buona parte della conduzione tv della domenica Mediaset sarebbe stata affidata a Silvia Toffanin, ma anche su questo al momento non vi sono conferme.

Gerry Scotti: la nascita della nipote

Durante l’inverno del 2021 Gerry Scotti è diventato nonno per la prima volta: suo figlio Edoardo ha avuto una bambina, Virginia, chiamata così in onore del conduttore (il cui vero nome è Virginio). Entusiasta di essere diventato finalmente nonno il conduttore ha detto:

“Nei primi giorni avevo una paura terribile a tenere la nipotina in braccio, nemmeno con mio figlio ero così imbranato. E poi il periodo che stiamo vivendo impone un sacco di attenzioni: mascherina, gel, disinfezioni, è una preoccupazione in più anche se ho già avuto il Covid”.

Gerry Scotti: il Covid

Poco tempo prima che nascesse la piccola Virginia Gerry Scotti era risultato positivo al Coronavirus e aveva trascorso diverso tempo in ospedale. Il conduttore ha in seguito dichiarato di aver avuto veramente paura durante il suo contagio, anche se alla fine tutto si è risolto per il meglio. “All’inizio hai l’ossigeno, uno pensa di prenderlo con la mascherina o con le cannule invece lo strumento pensato per questa patologia è l’uso del casco che non solo ti manda la giusta quantità di ossigeno, ma con una forma di pressione e depressione invita i tuoi polmoni a tornare a respirare da soli. E’ una specie di tortura psicologica, se soffri di claustrofobia impazzisci”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli