Gerusalemme, attacco nella città vecchia. Un morto e tre feriti, Hamas rivendica

·2 minuto per la lettura
EDITORS NOTE: Graphic content / Israeli security forces escort first responders transporting a dead body from the scene of a shooting in the old city of Jerusalem on November 21, 2021. - One person died and three others were wounded on November 21 in a shooting in the Old City of Jerusalem, with the attacker also killed, Israeli police and medics said The injured, who included two civilians and two police officers, were rushed to hospital where one of them, a 30-year-old, died of their injuries, medical sources said without giving further details. (Photo by Menahem KAHANA / AFP) (Photo by MENAHEM KAHANA/AFP via Getty Images) (Photo: MENAHEM KAHANA via Getty Images)
EDITORS NOTE: Graphic content / Israeli security forces escort first responders transporting a dead body from the scene of a shooting in the old city of Jerusalem on November 21, 2021. - One person died and three others were wounded on November 21 in a shooting in the Old City of Jerusalem, with the attacker also killed, Israeli police and medics said The injured, who included two civilians and two police officers, were rushed to hospital where one of them, a 30-year-old, died of their injuries, medical sources said without giving further details. (Photo by Menahem KAHANA / AFP) (Photo by MENAHEM KAHANA/AFP via Getty Images) (Photo: MENAHEM KAHANA via Getty Images)

Un militante di Hamas travestito da ebreo ortodosso ha aperto il fuoco questa mattina a Gerusalemme Est uccidendo un israeliano e ferendone almeno altri tre, prima di essere colpito a morte dalla polizia. L’attentato è avvenuto nei pressi del mercato arabo lungo il Muro del Pianto.

L’aggressore, identificato come il quarantaduenne Fadi Abu Shkahydem, ha ferito in modo grave due civili, uno dei quali è poi deceduto durante il trasporto in ospedale a causa di un proiettile alla testa, e ha causato lesioni più lievi a due membri delle forze dell’ordine. Altri media riferiscono di cinque feriti.

Shkhaydem era armato di mitra e coltello e apparteneva al “braccio politico” dell’organizzazione islamista che controlla la striscia di Gaza. A confermarlo è stata Hamas stessa, che in un comunicato ha salutato l’attentato come un “atto eroico”. Il ministro dell’Interno israeliano, Omer Barlev, ha riferito che la famiglia dell’aggressore si era di recente trasferita all’estero. L’attentato avviene a pochi giorni dall’attacco con coltello commesso nella Città Vecchia da un minore palestinese che aveva ferito due poliziotti prima di essere ucciso.

“Questa mattina c’è stato un grave attacco a colpi di arma da fuoco a Gerusalemme. Una persona è morta e altre 3 sono state ferite”, ha detto il premier Naftali Bennett in apertura della seduta di governo a Gerusalemme sottolineando che “c’è stata una pronta risposta” da parte delle forze di sicurezza che “hanno neutralizzato il terrorista”.

Bennett, dopo aver ricordato che quello di oggi è il secondo attentato in città, ha aggiunto di aver dato istruzioni di “elevare lo stato di allarme per prevenire ulteriori attacchi”.

Poi, riferendosi alla recente decisione britannica di mettere fuori legge anche il braccio politico di Hamas e non solo quello militare, ha osservato che “in tutta l’Europa comincia a filtrare l’idea di come funzioni un’organizzazione terroristica”. “Non ci sono razzi o terrorismo - ha denunciato - senza un contenitore politico, anche per la raccolta di fondi e l’istigazione. Per questo ringrazio il mio amico Boris Johnson”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli