Gf Vip, Giovanni Ciacci: “HIV non vuole dire morte”. La sorpresa di Adriana Volpe

Gf Vip Ciacci
Gf Vip Ciacci

Fin da quando Giovanni Ciacci è stato confermato come concorrente nella settima edizione del Grande Fratello Vip, la sua sieropositività è stata uno dei principali argomenti di discussione. Il costumista, è a tutti gli effetti il primo concorrente della casa sieropositivo e proprio per questo ha scelto di raccontarsi a cuore aperto.

Ha quindi parlato non solo dei momenti più bui, ma ha informato il pubblico da casa sui rischi, anche su come è possibile vivere con consapevolezza di questa infezione: “Hiv non vuol dire morte”, ha osservato.

Gf Vip, Ciacci si racconta. Signorini: “Il Grande Fratello è iniziato prima di entrare nella casa”

Nel corso della sua lunga riflessione Ciacci ha sottolineato che l’HIV è un’infezione che colpisce tutti e non soltanto le persone omosessuali: “Non esistono malattie sessuali legate a orientamente sessuali ma solo a protezioni sessuali non fatte o fatte male. Non bisogna farsi prendere dal panico se si scopre di avere l’HIV perché ci sono cure antiretrovirali che permettono di eliminare il virus dal sangue”. 

Ha infine spiegato che per via dell’HIV è stato definito un untore ma che per lui è stato importante poter raccontare la sua storia: “Far capire perché ancora c’è lo stigma, la gente pensa che si attacca con un bacio o andando allo stesso bagno”. 

La sorpresa di Adriana Volpe

In seguito al suo sentito racconto, nella casa del Grande Fratello Vip c’è stato il graditissimo ritorno di Adriana Volpe. L’ex opinionista ha voluto manifestare tutta la sua vicinanza e il suo affetto nei confronti del costumista: “Io sono molto legata a te. Ti abbiamo visto forte e battagliero. Ma tu sei anche questo, sei fragile […]. Hai detto alla mia generazione che l’HIV non è una malattia contagiosa e mortale ma per i giovani hai dato un messaggio importante”.