GF Vip, Lucrezia Hailé Selassié rimproverata dalla regia: cos'è successo

·1 minuto per la lettura
Lulù Hailé Selassié
Lulù Hailé Selassié

Lulù Hailé Selassié, concorrente del GF Vip insieme alle due sorelle (Clarissa e Lucrezia), è stata ripresa dalla regia del reality show per alcuni dei suoi comportamenti.

Lulù Hailé Selassié: il rimprovero della regia

La regia del GF Vip ha ripreso Lulù Hailé Selassié che in compagnia di altri concorrenti si trovava nel patio della Casa più spiata d’Italia e stava fumando una sigaretta. La voce della regia le ha intimato di uscire in giardino e Lulù ha risposto infastidita: “Dammi il tempo di alzarmi, oh. Ho il teletrasporto? Sono Speedy Gonzales?“. La reazione della ragazza non è piaciuta ai molti telespettatori del GF Vip che, assistento alla scena, si sono scagliati contro di lei via social.

Lulù Hailé Selassié: le sorelle

Nei giorni scorsi anche le sorelle di Lucrezia hanno avuto da ridire per il suo comportamento nei cofronti di Soleil Sorge e Sophie Codegoni, a cui ha manifestato dell’evidente gelosia per via del suo interessamento verso Manuel Bortuzzo. Le due sorelle della principessa – che partecipano con lei al reality in qualità di un unico concorrente – si sono dette pronte a parlare con lei di questo il prima possibile: “Faremo una conversazione tra noi tre sorelle e basta. Troveremo un modo per trovare una soluzione pacifica. Tu infatti balla con me, non ballare con Lulù. Sì, sì, non ballare con Lulù. Balla con me e Lulù lasciamo che balli con Manuel. Andiamo fuori io e te, ci parliamo dopo con nostra sorella“.

Lulù Hailé Selassié: lo stalker

Al GF Vip Lulù Hailé Selassié ha rivelato di esser stata vittima di uno stalker che l’avrebbe minacciata di diffondere alcune delle sue foto intime. “Io ho avuto un maniaco, uno stalker serio. Un folle pericoloso. Avevo un pazzo che mi ricattava con delle mie foto intime. Non vado in giro a raccontarlo. Se non lo dico è perché è una cosa molto forte e perché non voglio passare per una che fa la vittima. Poi perché non voglio dirlo a tutti, è un dolore serio per me. Sono passati quasi 10 anni. Mi inseguiva ovunque, era un matto. Volevo chiedere aiuto. Non riesco a superarla questa cosa, ho gli incubi, ci penso sempre. Le persone non lo sanno. Era un pazzo maniaco sul serio. Era un maniaco che mi costringeva a fare cose che non volevo fare. Ero costretta a fare certe roba. Io ci penso sempre, sempre, sempre”, ha confessato la ragazza.

Foto per gentile concessione dell’ufficio stampa Endemol Shine Italy

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli