GF Vip, povero Kabir Bedi: cosa è stato costretto a fare nel cuore della notte.

·1 minuto per la lettura

Nelle camere da letto del GF si sta consumando un vero e proprio "letto gate": la colpa sembrerebbe in gran parte di Valeria Marini.

LEGGI ANCHE: -- GF Vip, Valeria Marini costringe Federica a dormire così: surreale la scena in piena notte

La showgirl non si separa mai dalla sua tigre di peluche che occupa quasi metà del letto, e costringe ogni notte Federica Calemme a dormire tutta rannicchiata ma non solo.

A pagare le conseguenze più pesanti sembrerebbe il povero Kabir Bedi, "colpevole" di russare troppo e per questo svegliato e relegato a dormire sul divano in sala, dove i riflettori della casa sono accesi e dove ovviamente gli spazi non sono stati progettati e pensati per farci dormire i concorrenti, tanto meno un uomo della sua età.

Sul web l'episodio ha suscitato malcontento, portando diverse persone a protestare. Gli utenti non si capacitano di come un uomo di 75 anni possa essere trattato in questo modo, senza contare le "manie" di Valeria Marini, che non dorme senza la sua tigre di peluche, non comprendendo che questa porta via un sacco di spazio a chi deve dividere il letto con lei.

<a href="https://twitter.com/Rberrotti/status/1481833424080060422" rel="nofollow noopener" target="_blank" data-ylk="slk:https://twitter.com/Rberrotti/status/1481833424080060422" class="link rapid-noclick-resp">https://twitter.com/Rberrotti/status/1481833424080060422</a>

Anche se per qualcuno si è trattato solo di un grande equivoco, sulla questione letti è chiaro che al GF Vip non si riesce a trovare la quadra di chi debba dormire con chi, e soprattutto come.

Ancora una volta, dopo tutti questi mesi, la casa del GF Vip sembra troppo affollata: non sarà ora di far uscire qualcuno e cominciare ad alleggerire stanze e animi?

Foto: Ufficio Stampa Endemol Shine Italy

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli