GFVip, Samatha De Grenet ed il fattore di protezione delle creme solari

·2 minuto per la lettura

Non è mai troppo tardi per imparare, certo le parole dette da Samantha De Grenet sul fattore di protezione delle creme solari lasciano a bocca aperta. Anche perché l'argomento è delicato e importante come fa notare un'utente su Twitter. E se ad una informazione sbagliata aggiungete un pubblico di ascoltatori (gli altri inquilini della casa) che si lascia convincere, la frittata è fatta. Ma procediamo con ordine.

Samantha De Grenet ha affermato che il numero riportato sulle creme solari che indica il fattore di protezione, si riferisce a quanti minuti una persona è protetta dai raggi UV una volta messa la crema. SPF 50? Vuol dire che per 50 minuti sei protetto e dopo tale lasso di tempo la devi rimettere. SPF 15? hai una protezione di soli 15 minuti e così via.

Gli inquilini della casa del GfVip inizialmente scettici, si solo lasciati pian piano convincere della validità delle parole della De Grenet. Ma queste sono SBAGLIATE come fanno notare anche tantissimi utenti Twitter, sottolineando anche l'importanza di una corretta informazione visto che i raggi UV possono causare tumori della pelle e quindi proteggersi è fondamentale.

Cosa significa il numero del fattore di protezione

Il fattore di protezione riportato sul creme e prodotti cosmetici, indica la capacità di quel prodotto di proteggere dai filtri solari in particolare dai raggi UVB. Una protezione 50 indica una schermatura molto alta, che blocca il 98% dei raggi lasciando passare solo il 2%: solo 1/50 dei raggi quindi riuscirebbe a penetrare nella pelle. Un fattore 30 ne lascia passare solo 1/30 bloccandone il 97% e così via. Questo non vuol dire però che una volta messa, la crema non vada applicata nuovamente durante l'esposizione al sole specie se questa è prolungata.

Crediti foto per gentile concessione dell'Ufficio Stampa Endemol Shine Italy