Ghiacciaio Presena, operaio muore sul lavoro

·1 minuto per la lettura
operaio morto ghiacciaio Presena
operaio morto ghiacciaio Presena

Aumentano gli incidenti sul lavoro nel nostro Paese. L’ultima notizia arriva dal Trentino, dove un operaio di 58 anni è morto sul ghiacciaio Presena. L’uomo stava compiendo lavori di manutenzione su un impianto di risalita quando è rimasto schiacciato da un macchinario.

Operaio morto sul ghiacciaio Presena

Dopo lo spaventoso incidente sull’A1, un’altra notizia dai risvolti drammatici arriva dal Trentino.

Un uomo è finito nell’ingranaggio di una cabinovia mentre era impegnato in un lavoro di manutenzione. Da una prima ricostruzione del tragico episodio, il 58enne residente in Val di Sole avrebbe perso la vita rimanendo schiacciato dal macchinario.

Operaio morto sul ghiacciaio Presena, la dinamica

Si è concluso in tragedia un lavoro di manutenzione su un impianto di risalita. La vittima lavorava per l’Azienda Carosello Tonale spa e si trovava a 2.500 metri di quota quando è avvenuto l’incidente nel quale ha perso la vita. L’uomo stava effettuando dei lavori sul tetto della stazione d’arrivo della cabinovia Paradiso-Presena quando è rimasto schiacciato dall’ingranaggio dell’impianto.

Le cause dell’accaduto sono ancora da chiarire. I colleghi che hanno assistito alla terribile scena hanno subito allertato i soccorsi.

Operaio morto sul ghiacciaio Presena, i soccorsi

Immediato l’intervento dei soccorritori, i quali sfortunatamente non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’operaio. L’uomo è stato trasportato in elisoccorso all’ospedale S.Chiara di Trento, dove è deceduto. I traumi riportati erano troppo gravi per poterlo salvare.

I Carabinieri indagano sulla vicenda e l’Unità operativa prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro (Uopsal) di Trento ha aperto un’istruttoria.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli