Ghosn: persecuzione perché ho voluto integrare Nissan e Renault -4-

Mos

Roma, 8 gen. (askanews) - L'ex numero uno di Nissan ha anche fatto dei nomi che ritiene dietro il complotto. In particolare, ha puntato il dito contro Saikawa, contro l'ex capo delle relazioni col governo della Nissan, Hitoshi Kawaguchi e di Hidetoshi Imazu, altro esponente di Nissan.

Ancora, ha citato membri del Consiglio d'amministrazione del gigante dell'auto Toyota, seenza però citarli specificamente per non "contrariare o mettere in difficoltà" le autorità libanesi che lo ospitano.