Giù la Lega, il 43% di elettori M5s preferisce il governo con il Pd

HuffPost

Crolla la Lega di più di cinque punti (passando dal 38,9% del 30 lugli al 33,7% ddel 25 agosto); sale di poco il Pd (nello stesso intervallo prende un più 0,7%, dal 23,3% al 24%); recuperano i Cinque stelle, quasi due punti (dal 14,8% al 16,6%). Sono i dati del sondaggio Winpoll-Sole24ore sulle intenzioni di voto del professor Roberto D’Alimonte pubblicati oggi sul giornale di Confindustria

Da cui emergono, però, altri dati abbastanza significativi in relazione alla crisi di queste ore: La maggioranza relativa degli elettori, il 41%, vorrebbe tornare al voto, ma solo il 21% degli elettori Pd (di cui il 62% vuole un governo con M5s). E anche gli elettori M5s, in una piccola parte (22%), vogliono il voto in autunno, mentre il 43% preferisce il governo con il Pd. Ma tra questi solo il 34% crede che un tale governo possa durare tutta la legislatura, mentre il 37% pensa che durerà pochi mesi. “Molto più ottimisti - sottolinea D’Alimonte - sono gli elettori del Pd”.

Altro dato significativo: solo il 7% degli elettori della Lega preferise tornare al governo con i Cinque stelle e solo il 16% degli elettori M5s vuole rigovernare con la Lega. Scrive il professor D’Alimonte: “Oggi un esecutivo M5s-Pd non è più un’ipotesi fabtascientifica. Forse sarà necessario arrivare a un governo intermedio prima di arrivare ad un’alleanza organica”. E poi aggiunge: “Quale che sia il governo, dovrebbe evitare due errori. Il primo è quello di dimenticare che i temi che hanno fatto crescere la Lega di Salvini dal 4 a oltre il 30% sono temi popolari. Tasse, immigrazione, sicurezza e sovranità sono questioni che generano largo consenso. Il secondo erroe è quello di farsi ammaliare dalle sirene del proporzionalismo pur di fermare l’avanzata della destra. Il taglio dei parlamentari non deve essere l’alibi per eliminare dal Rosatellum quel poco di maggioritario che c’è”

Continua a leggere su HuffPost