Giacomo Guidi, il fascino del cattivo ragazzo