Giancarlo Magalli rifiuta “Don Matteo”: il retroscena sul conduttore

giancarlo magalli

Giancarlo Magalli è stato per molti anni uno dei presentatori di punta di casa Rai. Tornato alla ribalta per via degli screzi con la collega Adriana Volpe, il giornalista romano è stato di recente ospite di Paola Perego a Non disturbare. Qui ha tentato di fare degli scherzi telefonici poco riusciti, che però hanno divertito molto il pubblico della rete ammiraglia. Insieme alla padrona di casa, il conduttore ha però ricordato anche un retroscena che forse in pochi conoscevano.

Pare infatti che Magalli abbia rifiutato di prender parte alla fortunata serie “Don Matteo“. La sua sarebbe dovuta essere una presenza non come guest star, bensì addirittura come protagonista al posto di Terence Hill. Inizialmente, secondo quanto emerso nel corso della chiacchierata, proprio Giancarlo doveva vestire i panni del prete detective così amato dal pubblico. Perché dunque Magalli ha rifiutato questa grande opportunità televisiva?

magalli perego

Giancarlo Magalli dice no a Rai Uno

Forse in pochi erano a conoscenza di questo retroscena inedito inerente la lunga carriera di Giancarlo Magalli. Il doppiatore de “Il collegio” ha difatti raccontato che all’inizio della fiction, don Matteo sarebbe dovuto essere proprio lui! Se avesse accettato, tuttavia, si sarebbe dovuto trasferire per ben otto mesi a Gubbio, località iniziale della serie televisiva. Tanti mesi lontano da casa erano dunque per lui un problema, per questo ha deciso di declinare la proposta lavorativa. In poche parole, il romano ha detto no a questa grande offerta della Rai per stare vicino alla sua famiglia.