Gianmarco Gridelli racconta il suo nuovo singolo, "20-21"

·3 minuto per la lettura
Gianmarco Gridelli 20-21
Gianmarco Gridelli 20-21

L’età anagrafica non mente e anche il suo talento è innegabile: Gianmarco Gridelli presenta nell’intervista esclusiva il suo nuovo singolo, “20-21”. Una sorta di diario personale, uno sfogo trasformato in musica con cura e attenzione, una testimonianza con la quale il giovane cantautore romano racconta le difficoltà vissute nell’incertezza e nella drammaticità dell’ultimo anno. La pandemia da Covid-19, infatti, non solo ha fermato a lungo il settore della musica e dello spettacolo, provocando non poche polemiche nelle principali città d’Italia e all’estero, ma ha causato diffuso sconforto tra i più giovani. La routine più consolidata e rassicurante è stata completamente stravolta ed è stato necessario riorganizzare le proprie giornate, sentendosi spesso smarriti e sempre più soli. Nonostante la digitalizzazione imperante, che coinvolge attivamente proprio i più giovani, il mondo virtuale ha certamente accorciato le distanze (tra smartphone, social, videochiamate e molte altre app), ma non è in grado di offrire il calore avvolgente della presenza concerta e ravvicinata.

Questo brano nasce in un momento difficile, ma allo stesso tempo ha permesso una lunga pausa di riflessione. Il mio è un racconto di ciò che ho visto e vissuto in prima persona, con gli occhi di un ragazzo che guarda avanti cercando di trasmettere quella forza e quell’energia necessarie per ripartire con coraggio e determinazione. Tutto ciò senza dimenticare, ma con una nuova consapevolezza che dovrebbe rappresentare un monito per tutti gli uomini a vivere la vita e il pianeta in maniera diversa, per non continuare a distruggere il grande dono che la natura ci ha fatto”, ha dichiarato Gianmarco Gridelli parlando di “20-21”.

Gianmarco Gridelli presenta “20-21”

Scritto da Gianmarco Gridelli e con la produzione artistica di Adriano Pennino, “20-21” è un viaggio attraverso le tragedie e i momenti difficili che si sono susseguiti in questi mesi, che sono destinati a cambiare irreversibilmente il mondo e le abitudini delle persone. Il linguaggio è puro e trasparente e lancia un messaggio di speranza e fiducia per il futuro.

Gianmarco Gridelli ha spiegato il progetto che ha dato vita a “20-21”, il suo nuovo singolo. “Per comporre la mia canzone ho analizzato gli ultimi due anni secondo l’ottica di un ragazzo appena 17enne. Ho raccontato sensazioni e vissuti attraverso il mio linguaggio, che è molto fresco e diretto. A inizi 2020 sembrava stesse per scoppiare una guerra, poi gli incendi in Australia, fino alla pandemia che ha stravolto le nostre vite. La canzone comincia con un countdown: è un modo per trasmettere l’immagine del festeggiamento e dell’entusiasmo con cui ogni volta si dà inizio al nuovo anno, questa volta però senza neppure immaginare a cosa saremmo andati incontro. Poi ho voluto concludere con un messaggio di speranza: c’è bisogno di tornare il prima possibile alla normalità. Così ha spiegato Gianmarco Gridelli parlando di “20-21”, un brano in perfetta sintonia con il tempo presente: dopo le difficoltà di un anno intenso, difficile, delicato ed estenuante, finalmente si respira un clima di normalità e rinnovata speranza, complice l’arrivo della bella stagione e la campagna vaccinale che procede a ritmi spediti.

Gianmarco Gridelli, il suo “20-21”

Confidando le difficoltà vissute nell’anno di emergenza coronavirus, Gianmarco ha mandato un messaggio di forza ai suoi coetanei, tra i più danneggiati a causa del prolungato isolamento.

È stato un anno difficilissimo, non potendo vedere né amici né parenti. Molto diversa anche la scuola a distanza: ora è difficile chiudere l’anno accademico in presenza, perché nei mesi precedenti, durante la Dad, apprendere è stato molto più complicato. A chi vive un momento di sconforto e si sente solo consiglio di tenersi attivo, combattendo così un vano senso di inutilità. Bisogna trovare una passione, qualcosa che ci piace fare, e continuare a coltivarla”, ha commentato.

Gianmarco Gridelli, da “20-21” ai nuovi progetti

Nato a Roma il 4 gennaio del 2004, Gianmarco Gridelli inizia la sua carriera giovanissimo e recita come protagonista nel Musical “La Fabbrica di Cioccolato”, in scena al Teatro Quirino di Roma nel giugno 2017. Nel 2018 pubblica il suo primo inedito “This is Love”. L’anno seguente esce il suo secondo brano “Follow Back”, il cui video supera le 300.000 visualizzazioni su YouTube.

Nell’aprile del 2020 una sua interpretazione del brano “Gesù Cristo” di Mogol-Lavezzi diventa virale, superando un milione di visualizzazioni, a tal punto da catturare l’attenzione di Mogol, il quale riscrive il brano attualizzandolo per farlo cantare a Gianmarco. “Due anni fa ho partecipato ad Area Sanremo con un brano scritto da me a soli 14 anni. Ero il più giovane dei sessanta finalisti ed è stata una bella soddisfazione. L’anno scorso sono tornato a Sanremo, partecipando a Sanremo Giovani con una canzone scritta dal maestro Mogol. È stata una grande emozione e sono rimasto molto felice di farla arrivare tra i 60 finalisti”, ha ricordato.

Una carriera cominciata quando aveva solo a 8 anni e un futuro tutto da costruire. Ha cominciato con lo studio del canto, poi il pianoforte, adesso la chitarra. Passione e voglia di fare non gli mancano. Dopo aver confidato la soddisfazione per il suo nuovo singolo, ha parlato dei prossimi progetti. “Ho grandi sogni per il futuro, che vorrei fosse sempre fatto di musica. Vorrei portare la mia musica a quante più persone possibili. A breve uscirà un nuovo singolo, più spensierato e in linea con la stagione estiva”, ha spiegato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli