Gianni Cuperlo: "Congresso Pd presto"

Alessandro De Angelis
·ViceDirettore
·2 minuto per la lettura
Getty images (Photo: Getty images)
Getty images (Photo: Getty images)

Gianni Cuperlo, partiamo dal sondaggio Swg. Con Conte il Movimento 5 Stella guadagna oltre sei punti e schizza al 22%. Voi del Pd ne perdete più di 4 e in una settimana precipitate poco sopra il 14. Si può, con franchezza dire, che aver incoronato per mesi Giuseppe Conte come leader del centrosinistra e solido “punto di riferimento dei progressisti” si è rivelato il più clamoroso autogol nella storia del Pd?

Giuseppe Conte ha guidato due governi. Nel primo ha subito alcune tra le norme più immorali della storia repubblicana, quei decreti sicurezza che il secondo governo, ancora da lui presieduto, ha modificato radicalmente.

Questo non è progressismo, appunto, è Franza o Spagna.

Lasci perdere Guicciardini e mi segua: i sedici mesi del Conte due sono stati segnati dalla tragedia della pandemia e dalla svolta a 180 gradi nella politica seguita in precedenza verso l’Europa. In sintesi, quel governo verso il quale noi siamo stati molto più che leali ha affrontato i mesi terribili dell’emergenza sanitaria e ha consentito all’Italia di giocarsi adesso la chance della ripartenza dopo la pandemia. Non abbiamo edificato il socialismo, ma mi lasci dire che abbiamo messo in sicurezza il paese in uno dei passaggi più difficili della sua storia.

Si potrebbe aprire anche il dibattito su come è stata affrontata l’emergenza visto che, come dicono autorevoli scienziati siamo in ritardo di sei mesi, ma torno alla domanda a cui non ha risposto. Non siamo di fronte, lo chiami come vuole, a un “autogoal” o un “fallimento” totale di una linea”?

Lei oscilla tra Guicciardini e Torquemada, ma io con spirito francescano la invito a ragionare. Nel corso dell’ultimo anno Conte si è mostrato capace di guidare il governo nonostante i tentativi frequenti di accorciarne la vita, in questo senso è stato il vero elemento di equilibrio di quella ma...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.