Giansanti (Confagri): con Brexit incerte relazioni commerciali

Red/Apa

Roma, 29 gen. (askanews) - La 'Brexit' è giunta alle battute finali. Nel pomeriggio di oggi, 29 gennaio, è in programma il voto del Parlamento europeo sull'accordo di recesso del Regno Unito dalla UE, a cui farà seguito l'adozione con procedura scritta da parte del Consiglio.

"Dal primo febbraio, il Regno Unito sarà un Paese terzo, ma restano da risolvere una serie di problemi e c'è grande incertezza sulle future relazioni commerciali", commenta il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti. Durante il periodo transitorio, che si concluderà alla fine di quest'anno, il Regno Unito continuerà sostanzialmente ad applicare le normative dell'Unione.

"Di fatto - evidenzia Giansanti - non ci saranno difficoltà nella circolazione delle merci, ma è troppo breve il tempo a disposizione per negoziare un approfondito accordo commerciale in linea con i contenuti della dichiarazione politica che accompagna l'accordo di recesso". In pratica, segnala Confagricoltura, il negoziato dovrebbe chiudersi entro l'estate prossima, per consentire alle assemblee parlamentari la ratifica dell'intesa.(Segue)