Giappone, Abe vince le elezioni ma senza la supermaggioranza

Dmo

Roma, 22 lug. (askanews) - Il premier giapponese Shinzo Abe ha dichiarato la vittoria del suo partito liberale e del partner di coalizione Komeito. Secondo i dati diffusi dalla tv nazionale NhK Ldp, il partito di Abe, ha ottenuto 71 dei 124 seggi della Camera alta nipponica, poco sotto la supermaggioranza necessaria per le modifiche costituzionali che il premier insegue da anni, con cui si vorrebbero allentare i vincoli dell'Articolo 9, riconoscendo un ruolo più ampio alle Forze di autodifesa.

Il principale partito d'opposizione, il Partito costituzionale democratico ha ottenuto 53 seggi.

"Voglio esprimere la mia gratitudine agli elettori. Questa è una scelta tra stabilità politica e caos. Abbiamo chiesto agli elettori di scegliere tra queste due opzioni e molti hanno ascoltato le nostre parole", ha detto Abe in una conferenza stampa.

"In queste elezioni, anche la riforma costituzionale è stato un tema importante e sarà definita totalmente in un referendum nazionale", perché "i giapponesi avranno l'ultima parola su questo tema", ha aggiunto.