Giappone, carcere per chi insulta on line

(Adnkronos) - In Giappone è entrata in vigore la legge che manda in carcere i cyberbulli: la disposizione prevede fino ad un anno di prigione per gli insulti online. Oltre alla condanna vige anche una multa che può raggiungere i 300mila yen, circa 2mila euro. Si tratta di una sorta di esperimento sociale, perché la legge non è definitiva ma dovrà essere riesaminata fra tre anni per capire se e come abbia influenzato la libertà di espressione e anche perché ancora non è chiaro cosa si intenda per “insulto online”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli