Giappone, corsa per nuovo premier: spunta la quarta candidata

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 16 set. (askanews) - La corsa per la leadership del Partito liberaldemocratico, e quindi per la premiership, in Giappone s'arricchisce di una nuova concorrente. Si tratta dell'ex ministra delle Comunicazioni Seiko Noda che oggi ha presentato la quarta candidatura per le elezioni interne del partito di maggioranza.

Il voto del 29 settembre, nel quale si deciderà chi sarà il successore di Yoshihide Suga al vertice del partito e del governo, verrà deciso da alcune centinaia di parlamentari e grandi elettori. Gli altri concorrenti sono il ministro della Riforma amministrativa e responsabile della campagna vaccinale anti-Covid Taro Kono - da diversi osservatori visto come il favorito -, l'ex ministro degli Esteri Fumio Kishida e l'ex ministra dell'interno Sanae Takaichi, la quale è sostenuta dall'ex premier Shinzo Abe.

Noda non appare come legata ad alcuna fazione (habatsu) in cui è diviso il partito alla maniera delle correnti nei partiti della Prima Repubblica in Italia. L'esponente politica 61enne ha annunciato oggi di aver raccolto le 20 firme di parlamentari che le consentono di entrare in gara.

Noda è nata nell'isola di Kyushu ed è parlamentare dal 1993. Se dovesse vincere lei o anche Takaichi, si tratterebbe della prima volta che una donna sale alla guida del governo nipponico. E' considerata sensibile al problema del sostegno alla fertilità e alla disabilità, visto che ha sia l'esperienza delle cure per la fertilità sia quella di crescere un figlio con disabilità.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli