Giappone: corsa a quattro per la leadership

·1 minuto per la lettura

Al via in Giappone la corsa alla leadership del partito liberal-democratico, attualmente al potere.

Quattro i candidati che si disputano la guida del partito, e con essa la poltrona di primo ministro.

Favorito da analisti e osservatori è Taro Kono, che si presenta come indipendente ed ousider, ma che incassa anche l'endorsement del primo ministro uscente, Yoshihide Suga.

Il programma di Kono parla di grandi riforme a ogni livello, e davanti al cambiamento climatico, e nel paese che ha conosciuto il didisastro nucleare di Fukushima, lancia una sfida per chiudere con le energie fossili e inquinanti: "Non è illusorio mandare avanti il paese con il 100% di energia rinnovabile".

Tra i quattro candidati alla leadership, che verrà decisa con un voto il 29 settembre prossimo, due sono donne e anche questo è un fatto insolito per il Giappone.

Il partito spera che il futuro leader possa portarlo a vincere le elezioni, che dopo l'uscita di scena di Suga, travolto dalla impopolarità per la gestione della pandemia e delle Olimpiadi, dovranno tenersi entro la fine di novembre.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli