Giappone, diffusa poesia di inizio anno dell'Imperatore -3-

Mos

Roma, 16 gen. (askanews) - Ecco una traduzione non ufficiale del suo testo:

"Il potere della gioventù

porta speranza

a coloro che si adoperano

per tornare in piedi

dopo una calamità subita".

La Cerimonia poetica del Nuovo Anno ha origine a metà del XVI secolo come evento privato interno alla Casa imperiale. Solo dal 1874 - regnante l'imperatore Meiji - si decise di aprire al composizioni esterne alla Famiglia imperiale. Dal 1882 le poesie - che sono in stile "waka", cioè un'alternanza di versi da 5 e 7 sillabe, secondo uno schema 5-7-5-7-7 - vengono pubblicate sui giornali.

Durante l'evento altamente ritualizzato vengono lette, oltre che le poesie dei componenti della Famiglia imperiale, anche una serie di composizioni di poeti esterni che sono state sottoposte a una severa selezione.