Giappone domenica vota per Camera alta: Abe verso facile vittoria -2-

Mos

Roma, 18 lug. (askanews) - Secondo un recente sondaggio del Nikkei shimbun, il quotidiano economico-finanziario giapponese, il 57 per cento degli elettori ritiene che andrà a votare, una decina di punti percentualle in meno rispetto allo stesso sondaggio effettuato alla vigilia delle elezioni del 2016. Alla fine il dato reale è di solito inferiore rispetto alle intenzioni.

Un sondaggio effettuato dalla NHK, dal canto suo, ha segnalato che la riforma costituzionale è considerata solo al quinto punto di una virtuale lista dei temi più importanti, con l'8 per cento che la segnala come priorità. Molto più avanti i temi che riguardano la sicurezza sociale e l'economia.

Abe intende far riconoscere nella Costituzione il ruolo delle Forze di autodifesa, la cui operatività è fortemente limitata dalla Costituzione della pace che le forze d'occupazione Usa hanno imposto al Giappone sconfitto dopo la Seconda guerra mondiale, ma che ha assolto fin troppo bene il suo compito agli occhi di molti giapponesi.(Segue)