Giappone, entro il 2030 sarà vietato vendere auto alimentate a benzina

Fabio Luppino
·Ufficio centrale HuffPost
·1 minuto per la lettura
(Photo: SOPA Images via Getty Images)
(Photo: SOPA Images via Getty Images)

Il governo del Giappone è vicino a decretare il divieto di vendita di veicoli alimentati unicamente a benzina entro la metà del prossimo decennio.
Lo hanno annunciato ieri funzionari del governo citati dall’agenzia di stampa “Kyodo”. L’obiettivo della decisione sarebbe quello di promuovere la conversione dell’intero parco auto giapponese a modalità di propulsione alternative. Come l’ibrido, l’elettrico e le celle di combustibile, nell’ambito della campagna per il conseguimento della neutralità carbonica entro il 2050. Un gruppo di esperti del ministero dell’Economia, del commercio e dell’industria inserirà il nuovo obiettivo in un documento programmatico che verrà presentato entro la fine di quest’anno. Le vendite di auto ad emissioni ridotte in Giappone, incluse le vetture ibride, è ammontato a circa il 40 per cento del totale delle immatricolazioni nel 2019.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.