Giappone, entro pochi anni saranno vietati i veicoli non "sostenibili"

·1 minuto per la lettura
giappone auto elettrica
giappone auto elettrica

Stop ad auto a diesel e benzina in Giappone. Secondo quanto affermato da funzionari del Governo nazionale la transizione verso veicoli più “sostenibili” dovrebbe essere completata entro il 2035. Ad anticipare la decisione del Paese nipponico è stata l’agenzia di stampa Kyodo. Secondo fonti dell’esecutivo l’obiettivo sarà ufficializzato entro la fine del 2020.

Giappone, stop alle auto

I provvedimenti per raggiungere tale ambizioso obiettivo includeranno una commissione di esperti e l’entrata in vigore del bando per le auto che utilizzano esclusivamente i combustibili fossili.

Modalità di propulsione alternative

Il Giappone è intenzionato perciò ad eliminare le automobili ed in generale tutti i mezzi che utilizzano benzina o diesel. Necessaria in questo senso la conversione dell’intero parco auto giapponese verso modalità di propulsione alternative. Si pensa ad ipotesi come ibrido, per cui ci sarà una soglia di tolleranza nei primi tempi, l’elettrico e le celle di combustibile. La soglia temporale per raggiungere la neutralità carbonica è stata fissata al 2050.

Zero gas serra

Il premier del Giappone Yoshihide Suga ha infatti annunciato poche settimane fa che verranno ridotte a zero le emissioni di gas serra entro il 2050. Lo stop alle auto a diesel o benzina in Giappone sarebbe uno degli strumenti per aggiungere tale obiettivo. Annuncio simile è stato fatto dal primo ministro inglese Boris Johnson. Il Regno Unito vieterà le vendite di automobili a combustibili fossili entro il 2030.