Giappone, eseguita condanna a morte: impiccato rapinatore cinese -2-

Mos

Roma, 26 dic. (askanews) - Wei Wei era stato condannato a morte per una strage avvenuta nel 2003 a Fukuoka, nel sud del Giappone. Assieme a complici, anch'essi cinesi, si introdusse in una casa a scopo di rapina e lì massacrarono l'intera famiglia che vi viveva: il commerciante Shinjiro Matsumoto, la moglie e i loro due bambini. Poi tentarono di far affondare i corpi nel porto di Hakata, sempre a Fukuoka. (Segue)