Giappone, Fast Food licenzia un dirigente: aveva fatto dei commenti sessisti

·1 minuto per la lettura
ristorante giappone
ristorante giappone

La nota catena di fast food giapponese Yoshinoya ha licenziato in tronco un suo manager per aver fatto dei commenti sessisti durante una lezione universitaria.

Giappone, Yoshinoya licenzia un suo dirigente per dei commenti sessisti

Masaaki Ito era da anni senior manager dell’azienda Yoshinoya, fast food che ha circa 2700 filiali in Giappone, specializzata nelle famose nelle ciotole di riso con carne di manzo, ma è stato recentemente licenziato in tronco. L’uomo, da quanto appreso, aveva fatto dichiarazioni sessiste durante una lezione tenuta lo scorso 18 aprile all’università Waseda. La frase incriminata sarebbe stata: Bisogna far appassionare le vergini alle ciotole di manzo. Una volta che gli uomini le trattano con pasti costosi, sicuramente non mangeranno più ciotole di manzo.”

Scoppia la bufera sul web: il provvedimento dell’azienda

Le dichiarazioni sconcertanti dell’uomo sono ben presto diventate virali sul web, scatenando una vera e propria bufera sui social e costringendo l’azienda a scusarsi pubblicamente rilasciando un comunicato stampa. Nelle ore successive, i capi di Yoshinoya hanno provveduto a licenziare l’uomo. Masaaki si è scusato per l’accaduto, provando a spiegare che il suo intento era quello di trasmettere il concetto relativo alla fidelizzazione dei clienti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli