Giappone illustra piani di rilascio in mare acqua contaminata -3-

Mos

Roma, 3 feb. (askanews) - Ogni giorno 170 tonnellate di acqua vengono immesse nella centrale per raffreddare il combustibile fuso. L'acqua viene poi purificata attraverso un sistema chiamato ALPS, che però non è capace di rimuovere il trizio, un isotopo radioattivo dell'idrogeno e altre piccole quantità di altri matreriali radioattivi. Così sono stati creati dei serbatoi, che però raggiungeranno il massimo della loro capacità nell'estate 2022.

I pescatori locali, i residenti e i paesi vicini hanno espresso contrarietà rispetto all'ipotesi del rilascio in mare.