Giappone, Kuroda (BoJ): proseguire politica monetaria espansiva

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 30 mar. (askanews) - Il governatore della banca centrale giapponese Haruhiko Kuroda, nell'ultima riunione di politica monetaria, ha espresso determinazione nel perseguire un target d'inflazione al 2 per cento attraverso politiche monetarie espansive.

"Io penso che potremo continuare a perseguire con forza la politica di espansione monetaria", ha affermato il governatore, secondo quanto riferisce la televisione pubblica NHK.

Nella riunione che si è tenuta il 19 marzo, Kuroda ha insistito sulla volontà di proseguire con la politica monetaria espansiva come innesco per raggiungere gli obiettivi d'inflazione prefissati.

Il governatore della Banca del Giappone, inoltre, parlando oggi in un seminario online - secondo quanto scrive l'agenzia di stampa Reuters - ha dato una visione positiva rispetto alle prospettive di crescita del Giappone per il nuovo anno fiscale, che inizia il primo aprile. "L'economia globale sta rimbalzanda, una tendenza che si sta vedendo anche nell'economia nipponica" ha detto Kuroda. "La ripresa nell'economia Usa è positiva sia per il Giappone sia per la crescita globale".

In questa cornice la BoJ intende continuare "senza esitazione" nella sua politica di stimolo, monitorando "strettamente i mercati e gli sviluppi economici esterni e interni, perché rimangono varie incertezze sull'impatto della pandemia Covid-19".

La BoJ ha deciso nella riunione del 19 marzo di aggiungere flessibilità al range d'oscillazione dei tassi d'interesse a lungo termine e di abolire del target annuale di acquisto di fondi ETF di 6mila miliardi di yen (55 miliardi di dollari).