Giappone nel 2022 supererà tetto 1% Pil spese difesa

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 ago. (askanews) - Di fronte alla presenza sempre più ingombrante della Cina nello scacchiere asiatico-orientale e a Stati uniti in prospettiva meno capaci di mantenere il proprio grip su una regione cruciale per l'economia e gli equilibri politici del mondo, il Giappone incrementa la sua spesa militare. Il ministero della Difesa chiederà di superare nel bilancio di previsione 2022 il tetto dell'1 per cento del prodotto interno lordo.

Si tratta di 5.400 miliardi di yen (42 miliardi di euro), cher è poco più di quanto approvato nel bilancio 2021 (5.340 miliardi di yen) e in linea con la richiesta dello scorso anno.

La decisione di rafforzare la spesa per la difesa s'inquadra in una situazione che vede Pechino aver più che raddoppiato in un decennio la propria spesa militare, dotandosi di mezzi militari aggiornati.

La richiesta, rispetto alle stime di Pil del governo di luglio, arriverebbe a solleticare il tetto dell'1 per cento. Ma rispetto a quello che sarà il risultato finale del Pil giapponese, secondo quanto scrive oggi il Nikkei Asia, supererà il tetto dell'1 per cento. Anche perché la crisi pandemica, in un Giappone che ha larghe fette del suo territorio ancora in stato d'emergenza per il Covid-19, rende già desuete quelle stime.

In una recente intervista a Newsweek il primo ministro Yoshihide Suga ha già chiarito che il governo non si sente vincolato al tetto dell'1 per cento.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli