Giappone, neo-premier Kishida promette grande pacchetto di stimolo

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 7 ott. (askanews) - Il nuovo primo ministro giapponese Fumio Kishida ha ribadito che metterà in campo un pacchetto di stimolo economico "su larga scala" per tirare fuori l'economia nipponica dal rallentamento prodotto dal prolungato stato d'emergenza pandemica che ha caratterizzato il 2021. Lo riferisce l'agenzia di stampa Kyodo.

"Sento fortemente di dover realizzare un pacchetto di stimolo su larga scala o una risposta su larga scala al coronavirus e che il popolo giudichi se farmelo fare attraverso le elezioni", ha detto Kishida in un discorso nella città di Shozuoka dove si terranno elezioni suppletive per la camera alta il 24 ottobre. Alla fine del mese, poi, si terranno elezioni politiche generali per il rinnovo completo della camera bassa della Dieta nipponica.

Kishida parte da una base di sostegno più bassa rispetto ai suoi predecessori. I sondaggi condotti dai media nipponici danno il suo governo già abbastanza in difficoltà. L'Asahi shimbun ha valutato il tasso d'approvazione al 45 per cento e lo Yomiuri al 49 per cento. Il conservatore Yomiuri ospita un sondaggio più generoso, con un sostegno al 56 per cento e il giornale economico Nikkei shimbun al 59 per cento.

Il primo ministro non ha quantificato la portata del pacchetto di stimolo, ma ha parlato di decine di migliaia di miliardi di yen, cioè decine e forse centinaia di miliardi di euro.

Si tratterebbe di un provvedimento in linea con l'orientamento del neo-premier di rimanere in contunuità con la strategia di politica monetaria ultra-espansiva seguita dal governo precedente e sostenuta dal governatore della Banca del Giappone Haruhiko Kuroda.

Nel secondo trimestre del 2021 il Pil giapponese è cresciuto dello 0,5 per cento su base trimestrale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli