Giappone, nuova tegola per Abe: arrestato un suo parlamentare -2-

Mos

Roma, 26 dic. (askanews) - L'appartenente alla Camera dei rappresentanti ed ex membro dell'amministrazione per le politiche sui casinò è sospettato di aver preso tangenti per 3,7 milioni di yen (30.500 euro) dall'operatore del gioco d'azzardo cinese 500.com.

Secondo i media nipponici, buona parte della mazzetta sarebbe stata presentata nel 2017 come contributo alla campagna elettorale del parlamentare. (Segue)