Musk, polemiche per il tweet sul calo delle nascite in Giappone

Musk, polemiche per il tweet sul calo delle nascite in Giappone. (Hannibal Hanschke/fotografía de Pool vía AP, Archivo)
Musk, polemiche per il tweet sul calo delle nascite in Giappone. (Hannibal Hanschke/fotografía de Pool vía AP, Archivo)

Con il suo ultimo tweet in cui ha previsto che il Giappone “cesserà di esistere” a causa del calo delle nascite, Elon Musk ha scatenato un’ondata di polemiche.

“A rischio di affermare l’ovvio, a meno che qualcosa non cambi per far sì che il tasso di natalità superi quello di mortalità, il Giappone alla fine cesserà di esistere. Questa sarebbe una grande perdita per il mondo”, ha scritto sui social il neoproprietario di Twitter.

Il numero uno di Tesla e SpaceX ha commentato i dati pubblicati dal governo di Tokyo che mostrano come la popolazione giapponese sia diminuita di 644.000 unità lo scorso anno, in calo per l’11esimo anno di fila.

LEGGI ANCHE: Elon Musk, il tweet dopo minacce russe: “Se muoio è stato bello conoscervi”

Alcuni utenti dei social media hanno puntato il dito contro il tweet di Musk affermando che il Giappone non sia stata l'unica economia sviluppata a subire un calo demografico nel lungo periodo e hanno lamentato il fatto che parlare di estinzione sia esagerato. “Che senso ha?”, ha scritto Tobias Harris, ricercatore presso il Center for American Progress. “Le ansie che circondano il futuro demografico del Giappone non sono che il ‘il Giappone alla fine cesserà di esistere’, ma le diseguaglianze sociali”, ha continuato l’esperto.

Sull’onda della polemica, sono stati molti gli utenti che hanno approfittato del trend su Twitter per rivolgere un appello al governo giapponese: cambiare le politiche sulla maternità e rendere più facile per le donne tornare al lavoro dopo aver avuto figli.

LEGGI ANCHE: Elon Musk, Gautam Adani, Warren Buffett, chi guadagna di più? L’ultimo anno a confronto

La popolazione giapponese - come si legge su The Guardian che riporta i dati del governo - è una delle più anziane del mondo, con un record di quasi il 29% di età pari o superiore a 65 anni. Tra i diversi fattori che contribuiscono al basso tasso di natalità ci sono l’alto costo finanziario per allevare i bambini, la mancanza di servizi di assistenza all'infanzia e orari di lavoro notoriamente lunghi.

GUARDA ANCHE: Elon Musk al Met Gala: voglio Twitter il più inclusivo possibile

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli