Giappone, ritrovata barca fantasma con a bordo resti umani

barca fantasma

Le autorità giapponesi hanno trovato una barca con dentro cinque corpi e due teste umane. Viste le condizioni in cui sono stati ritrovati i corpi, si ipotizza che fossero in mare da parecchio tempo.

Ritrovata barca fantasma

Sulla costa occidentale dell’isola di Sado, in Giappone, è stata ritrovata una barca fantasma con a bordo solamente resti umani. In base a quanto riportato da Bbc News online, il relitto presenta su un fianco delle scritte in coreano, ma al momento non si sa nulla di più in merito.

Nel relitto sono stati rinvenuti cinque corpi e due teste umane. I resti umani, però, erano “parzialmente scheletrizzati” e per questo motivo la polizia non ha potuto dare conferma del fatto che le due teste appartengano ai corpi trovati. Visto lo stato di decomposizione dei cadaveri, si tratta quasi sicuramente di persone rimaste in mare a lungo. D’altronde non è la prima volta che sulle coste del Giappone vengono ritrovate quelle che vengono soprannominate “navi fantasma”.

Si pensa, infatti, che si tratti di imbarcazioni salpate dalla Corea del Nord, con a bordo persone che cercano di fuggire dalla dittatura. Molto spesso si tratta di barche vuote o con a bordi resti di umani, morti per colpa della fame oppure per assideramento nel corso della stagione invernale. Un’altra tesi, considerata altrettanto valida, è che in realtà si tratti di una barca di pescatori che, a causa della povertà, hanno cercato una zona più favorevole alla propria attività allontanandosi dalle coste da cui sono partiti.