Giappone, salta nomina zar agenzia digitale: era amico di Epstein

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 ago. (askanews) - Un altro brutto scivolone per il governo giapponese di Yoshihide Suga. L'esecutivo ha dovuto rimangiarsi la nomina dell'imprenditore e venture capitalist Joi Ito a capo della cruciale nuova Agenzia digitale, dopo che è stata posta la questione dei rapporti da questi intrattenuti con Jeffrey Epstein, il finanziere statunitense accusato di abusi sessuali anche su minori e morto suicida in attesa di giudizio.

Ancora una volta l'esecutivo nipponico si è mosso in maniera da molti considerata piuttosto maldestra. L'imprenditore, ex capo del MIT Media Lab negli Usa, fu costretto nel 2019 a dimettersi da quella posizione proprio perché emersero i suoi rapporti finanziari con Epstein.

L'agenzia digitale rappresenta per l'Amministrazine Suga un'iniziativa importante, perché viene presentata come un'istituzione destinata a mettere a sistema le strategie digitali che dovranno rafforzare la competitività del paese.

La scelta di Ito, di cui si parlava da alcuni mesi, appariva piuttosto divisiva. Da un punto di vista professionale, il 55enne era non solo perfettamente centrato, ma anche una scelta coraggiosa non provenendo dai quadri burocratici, ma avendo una personalità piuttosto estroversa e fuori dal comune.

Ito è stato già dagli anni '90 coinvolto in operazioni legate a internet, oltre ad avere una lunga storia in diverse istituzioni tecnologiche statunitensi. La più importante, ovviamwente, l'MIT Media Lab, di cui è stato direttore tra il 2011 e il 2019.

La scelta non convenzionale di Ito tuttavia portava con sé un carico di veleno. Una serie di passi falsi, in particolare nella scelta delle personalità legate all'organizzazione delle Olimpiadi di Tokyo, hanno reso i giapponesi particolarmente sensibili sul fronte dei temi della "gender equality" e la decisione di spendere il nome di Ito è diventata insostenibile per un governo che affonda sempre di più nei consensi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli