Giappone, scoppia la crisi delle patatine: ecco perché

La colpa è di quattro terribili tifoni che si sono abbattuti lo scorso agosto sulla regione di Hokkaido, dove la Calbee ha l’80% delle sue piantagioni di patate. (Credits – Flickr/Shibuya246)

Nei supermercati giapponesi gli scaffali delle patatine sono vuoti e, dove si trovano ancora i famosi snack, i prezzi sono alle stelle. Si arriva, infatti, a pagare 11 euro per un pacchetto di patatine Calbee, cioè oltre 1.250 yen, mentre prima non si arriva a pagare più di 250 yen. Ma perché in Giappone c’è la crisi delle patatine?

La Calbee, che è di proprietà della Pepsi e che controlla il 73% del mercato delle patatine giapponesi, ha annunciato il blocco delle vendite, dal 22 aprile, di almeno quindici varietà delle sue sfoglie croccanti. La colpa è di quattro terribili tifoni che si sono abbattuti lo scorso agosto sulla regione di Hokkaido, dove la Calbee ha l’80% delle sue piantagioni di patate. Un disastro naturale che ha distrutto un anno intero di raccolto, mettendo in ginocchio l’hub agricolo nipponico.

Una crisi che ha mandato nel panico i giapponesi, che adorano le patatine e, infatti, in Giappone gli questi sono gli snack più consumati da sempre. Oltre alla Calbee, anche il secondo produttore del Paese, il Koyke-ya, ha annunciato la stessa misura, con le due aziende che hanno avuto un tracollo alla Borsa di Tokyo. “La questione è seria, lo vediamo su Twitter, ma ora non possiamo sbilanciarci con date certe” ha dichiarato Marina Fukaya, responsabile relazioni esterne Calbee, evitando di sbilanciarsi su quando finirà questa carestia di patate.

A peggiorare una situazione già tragica c’è la politica protezionista del Giappone, che da sempre limita al massimo l’importazione di tuberi dall’estero. Per il premier nipponico Shinzo Abe è un “settore sacro” da preservare, e solo nel 2006, dopo un bando lungo 56 anni, il Giappone ha riammesso l’importazione di patate americane, che oggi costituiscono quasi la totalità di quelle fresche ammesse dall’estero. “Il 60 per cento delle patate della Calbee proviene dal Giappone. Come azienda vorremmo importarne di più, ma spesso sono di bassa qualità” ha continuato Fukaya.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità