Giappone, vendite auto nel 2020 calate del 7,6 per cento

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 1 apr. (askanews) - Nell'anno fiscale nipponico 2020, che è terminato ieri, le vendite di auto sono calate in Giappone del 7,6 per cento. Lo ha segnalato oggi l'Associazione nazionale giapponese dei produttori di automobili (JADA), secondo quanto riferisce la televisione pubblica NHK.

In tutto sono state vendute 4.656.632 autovetture e il 2020 è stato il secondo anno consecutivo che il settore restituisce un risultatoo negativo in termini di vendite.

A pesare è stata la crisi pandemica e i due stati d'emergenza proclamati in parte del paese, che hanno fatto calare il numero di clienti che si sono recati dai concessionari.

Le citycar sono andate meno peggio, registrando un calo del 5,3 per cento, mentre male sono andate le cilindrate più grandi, per i camion e bus che hanno registrato un calo di vendite dell'8,9 per cento.

In particolare, la vendita dei bus - in un anno in cui di fatto il turismo è stato bloccato - ha subito un crollo del 40,4 per cento.