Gibilterra libera dal coronavirus?

·2 minuto per la lettura
Gibilterra
Gibilterra

Gibilterra, piccolo territorio sito sulla costa meridionale della Spagna, risulta essere “Covid free”. Gli abitanti hanno vinto il coronavirus, o quasi. Il 90% di loro risulta essere infatti vaccinato. Tutte le attività sono state riaperte: negozi, bar e ristoranti. Dopo il coprifuoco le autorità locali hanno revocato, inoltre, l’ordine di indossare le mascherine nelle aree più affollate. A breve anche i viaggiatori potrebbe essere consentito l’accesso al territorio britannico d’oltremare. Si attendono al riguardo le decisioni da parte del premier Boris Jonhson.

Gibilterra diventa “Covid free”

Gibilterra è divenuta un’area “Covid free”. Quasi tutta la popolazione è stata vaccinata. Si è pronti a ricominciare, in primis, riaprendo tutte le attività. Al momento, i cittadini britannici che hanno intenzione di recarsi a Gibilterra, devono obbligatoriamente provare di essere negativi al tampone molecolare o, in alternativa, prenotare online un tampone rapido da effettuare nei check point che si trovano fuori dal terminal degli arrivi. Nel caso in cui i cittadini britannici a Gibilterra, si troveranno ancora qui dopo cinque giorni, dovranno essere sottoposti a un nuovo test. Il Daily Mail, inoltre, dà un’ulteriore buona notizia: “Nessuno dei 34.000 abitanti di Gibilterra è stato ricoverato in ospedale per il coronavirus, rendendo il Paese un faro di speranza per l’Europa e la Gran Bretagna”.

Cosa è previsto per i residenti vaccinati

Ai residenti a cui sono state somministrate le due dosi di vaccino viene rilasciata una certificazione grande quanto una carta di credito. Il Daily Mail sottolinea tuttavia: “Nessuno o è attualmente tenuto a mostrare alcuna prova di vaccinazione per entrare in un bar o in un ristorante, ai clienti viene semplicemente chiesto di fornire un nome e un numero di telefono”. Riguardo all’apertura dei locali ciò è consentito fino alle 2 del mattino. Sempre il Daily Mail informa: “Le mascherine devono essere indossate solo all’interno delle attività, ma è possibile toglierle all’aperto”.