Gigante Nippon Steel chiude altoforno, capacità giù del 20%

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 18 feb. (askanews) - Il gigante dell'acciaio giapponese Nippon Steel ha annunciato la decisione di congelare la produzione presso uno dei suoi altoforni che si trova a Ibaraki. Si tratta del quarto altoforno che viene fermato, con un taglio della capacità produttiva del 20 per cento. Lo segnala oggi il Nikkei.

Nippon Steel è sotto pressione da parte del governo giapponese, che vorrebbe ridurre l'utilizzo degli altiforni che emettono grnadi quantità di anidride carbonica. Il primo ministro Yoshihide Suga ha annunciato recentemente di voler procedere decisamente verso la neutralità carbonica.

Secondo l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Osce), il Giappone aveva nel 2019 una capacità produttiva di 130 milioni di tonnellate d'acciaio, rispetto a un fabbisono che non superava i 100 milioni di tonnellate. Tuttavia la pandemia Covid-19 ha fatto crollare il fabbisogno ulteriormente, portando a una sovrapproduzione del 60 per cento.